Il direttore dei lavori…

I ragazzi oggi sono impegnati a fissare la rete sulla quale poi si arrampicheranno i  cornetti, una varietà di fagiolini molto lunghi e sottili.
Anche questo è un lavoro che richiede  precisione ed esperienza, perchè , se non si piantano  bene  i pali e se non si fissa bene la rete, poi, con il peso della pianta, potrebbe cadere tutta la struttura. Ma noi siamo fortunati, perchè Stefano, da grande esperto ormai, dirige i lavori alla grande e completa l’opera a regola d’arte 🙂

Cipolle in agrodolce

IMG_20160617_083012.jpg

Grazie cara Donatella (cliente affezionatissima) per aver condiviso con noi questa ricetta facile e veloce per gustare le cipolle novelle:

tagliate a metà le cipolle, bagnatele con mezzo bicchiere d’acqua e mezzo di aceto di mele, salatele,  cospargetele con un po’ di  zucchero di canna e cuocete con coperchio. Quando saranno morbide,  togliete il coperchio e terminate la cottura facendo asciugare bene e…buon appetitoooo 🙂

Il cavolo cappuccio verde

 

IMG_20160622_084159

Ecco i nostri cappucci , un ortaggio appartenente alla famiglia dei cavoli , ma che tutt’altro sono fuorché un ortaggio del cavolo 😆 Sono preziosi alleati per la nostra salute dato che , grazie al perfetto equilibrio dei suoi componenti, il cavolo esercita un’azione benefica su tutto l’organismo. Utilizzato da sempre per prevenire, curare o alleviare numerosissime malattie è molto ricco di minerali, fibre e vitamina C . Essendo ricco di acido ascorbico favorisce anche l’azione della vitamina E in esso contenuta.I cavoli sono ricchi di selenio, un minerale che protegge dal danno ossidativo.Contiene il gefanto, una sostanza che protegge la mucosa dello stomaco dagli acidi (azione anti-ulcera). La clorofilla in esso contenuto favorisce la produzione dell’emoglobina ed è utile per curare l’anemia.L’infuso di cavolo e miele è utile in caso di malattie dell’apparato respiratorio ed in caso di anemia in quanto stimola la produzione di globuli rossi. Insomma…cappucci a colazione, pranzo e cena…praticamente una vita del cavolo 😉

Cetrioli

IMG_20160613_150509.jpg

I cetrioli sono ricchi di acqua, per questo motivo vengono ritenuti particolarmente rinfrescanti e depurativi. Questa caratteristica è molto importante per l’attività dei nostri reni.Contengono provitamina A, le vitamine del complesso B, la vitamina C e sono ricchi di potassio, ferro, calcio, iodio e manganese. Aiutano  i reni ad eliminare i liquidi e le tossine, migliorano l’attività del fegato e del pancreas. La polpa del cetriolo viene utilizzata come diuretico e disintossicante e l’acqua e i sali minerali in esso contenuti, sono molto utili per controbilanciare i cibi acidi. Gli antichi lo utilizzavano inoltre per debellare i vermi intestinali e per abbassare la febbre. Anche per malattie come la gotta, patologia dovuta ad  un accumulo eccessivo di acido urico nel sangue e nei tessuti  (che fa rigonfiare gli arti), i cetrioli vengono ben utilizzati. Gli enzimi contenuti nel cetriolo aiutano l’organismo ad assimilare le proteine, purificano e disintossicano l’intestino. Gli stessi principi attivi aiutano a prevenire anche la formazione di calcoli ai reni e alla vescica.

E infine, ma non meno importante, la pianta di cetriolo è bellissima da vedere perché è un rampicante, basta tendere uno spago e lei cresce attorciliandosi attorno ad esso, come potete vedere nella foto, creando anche dei bellissimi riccioli (perdonatemi ma non conosco il nome tecnico) che sono un’opera d’arte.

Peperoni

IMG_20160613_150630

Il peperone è un ortaggio estivo dalle notevoli proprietà antiossidanti grazie alla presenza di vitamina C di cui è ricchissimo anche rispetto agli agrumi (se lasciato crudo). E’molto rilevante anche la presenza di betacarotene, soprattutto nei peperoni rossi, e inoltre contiene anche varie vitamine del gruppo B, sali minerali, soprattutto potassio, ferro, magnesio e calcio.
Quindi..via libera ai peperoni in tutte le forme, colori e varietà 🙂

 

Fagiolini

Federico, Nicola, Giorgio e Antonio stanno raccogliendo i fagiolini nella serra.Questi legumi, sono una fonte preziosa di vitamine e di sali minerali. Contengono soprattutto vitamina A, vitamina C, potassio, ferro e fosforo. Sono anche una fonte vegetale di calcio da non sottovalutare. Le proprietà benefiche dei fagiolini sono inoltre legate al loro contenuto di antiossidanti, come il betacarotene e la luteina. Gli antiossidanti aiutano il nostro corpo a proteggersi dall’azione dei radicali liberi e riparano la vista e la pelle dall’invecchiamento precoce.  Gli antiossidanti e i flavonoidi presenti nei fagiolini sono benefici per il cuore e per la circolazione e potrebbero anche risultare utili per proteggere il nostro organismo dalle infiammazioni. I fagiolini sono anche una fonte di silicio, un minerale meno conosciuto rispetto al calcio e al magnesio ma che è considerato molto importante per la salute delle ossa e per la formazione del tessuto connettivo. La nostra raccomandazione è di cuocere i fagiolini freschi al vapore in modo che mantengano il più possibile le loro proprietà nutritive.

Pomodori

 

Sono pronti i primi pomodori nella serra, un altro alimento prezioso che la stagione calda  ci regala. Il pomodoro è uno degli ortaggi più consumati al mondo e colora di rosso una miriade di piatti della cucina Mediterranea,buono e gustoso,  racchiude in se moltissime virtù e proprietà salutari. Se mangiato crudo a insalata, è un alimento sano, rinfrescante, nutritivo e molto importante per la nostra salute. Infatti, è ricco in Vitamina A (Retinolo) e ha discreti quantitativi di vitamine B1, B2, PP e C. Oltre alle vitamine il pomodoro è ricchissimo in sali minerali: potassio, calcio, fosforo, ferro, sodio e zinco. Se un ricercatore esordisse dicendo di aver creato un medicinale in grado di prevenire fino a nove tipi di cancro, di ridurre il colesterolo, di combattere le infezioni, di ridurre la pressione sanguigna, di rinforzare il sistema immunitario, di eliminare l’acido urico e di ridurre il rischio di infarto nessuno certamente gli crederebbe! Se invece di un ricercatore si stesse parlando di contadino: starebbe certamente parlando del pomodoro. Gli antiossidanti sono sostanze chimiche (vitamine, minerali, pigmenti, …) naturali in grado di proteggere il nostro organismo dagli effetti dannosi causati dai radicali liberi. I radicali liberi sono molecole che si ossidano a contatto con l’ossigeno e sono in parte responsabili dell’invecchiamento cellulare, delle malattie cardiovascolari e del cancro. Ovviamente, non possiamo vivere senza respirare e pertanto non possiamo interrompere il meccanismo di formazione dei radicali liberi, però, possiamo mangiare alimenti ricchi in antiossidanti; e il pomodoro ne è ricchissimo. Tra questi vogliamo sottolineare il Licopene, un pigmento della famiglia dei Carotenoidi, responsabile del colore rosso caratteristico dei pomodori. Il corpo umano non è in grado di sintetizzare il Licopene e perciò è necessario assumerlo tramite l’alimentazione, gli esperti raccomandano di assumere dai 3 ai 7 mg di Licopene al giorno (7 pomodori).

Quindi cari amici, mangiamo pomodori finchè la stagione ce lo permette 🙂

Zucchine

Sono pronte le prime zucchine piantate nella serra, leggere e dal gusto delicato, ideali per la preparazione di qualsiasi piatto in cucina, sono conosciute per le spiccate proprietà diuretiche dovute alla presenza di notevoli quantità di acqua e di potassio, elementi che a livello renale, favoriscono l’escrezione di urina contrapponendosi all’azione del sodio che, invece, promuove la ritenzione idrica. La potente azione diuretica di quest’ortaggio e il fatto che, essendo pieno d’acqua, è particolarmente ipocalorico, rendono il consumo di zucchine utile durante una dieta (perchè con pochissime calorie, possono essere mangiate senza limitazioni durante un regime ipocalorico, anche perché, essendo ricche di fibre, danno un senso di sazietà che dura a lungo).Dovrebbe essere superfluo dire che per conservare i benefici dietetici e le proprietà salutari di queste verdure non si può mangiarle fritte! Mangiarle crude è senza dubbio il modo migliore per preservarne le qualità, e le zucchine magari tagliate a fettine o dadini sottili sotto perfette inserite in un insalata o anche da sole condite magari solo col olio, poco sale o limone. Se proprio le si vuole cuocere sempre meglio preferire cotture leggere, per cui via libera a zucchine al vapore bollite o alla griglia da condire con olio a crudo e qualche fogliolina di menta …provare per credere! Quindi, dopo tutte queste belle notizie, diamo pure il via libera al consumo di zucchine sulle nostre tavole !!!