Aspettando il radicchio

Stamattina presto alle sei , levataccia , per irrigare il radicchio appena seminato. Il caldo di questi giorni non ci da tregua e l’unico modo per poter lavorare nei campi e in serra è quello di cominciare prestissimo, prima che il sole sia troppo forte. Ma i nostri ragazzi sono bravi e vanno sempre avanti imperterriti, nella speranza che arrivi una bella pioggia rinfrescante.

Fagioli

Oggi in fattoria grande raccolto di fagioli borlotti. Questi fagioli sono stati piantati sul campo dove a breve andremo a coltivare il radicchio di Treviso, proprio perché, come tutti i legumi, arricchiscono  moltissimo il terreno di azoto. Un’attenzione a questo avvicendarsi di coltivazioni “amiche”, che si aiutano reciprocamente in una sorta di naturale sinergia, evita l’utilizzo di prodotti di sintesi  per una produzione il più naturale possibile.

 

Il direttore dei lavori…

I ragazzi oggi sono impegnati a fissare la rete sulla quale poi si arrampicheranno i  cornetti, una varietà di fagiolini molto lunghi e sottili.
Anche questo è un lavoro che richiede  precisione ed esperienza, perchè , se non si piantano  bene  i pali e se non si fissa bene la rete, poi, con il peso della pianta, potrebbe cadere tutta la struttura. Ma noi siamo fortunati, perchè Stefano, da grande esperto ormai, dirige i lavori alla grande e completa l’opera a regola d’arte 🙂

Cipolle in agrodolce

IMG_20160617_083012.jpg

Grazie cara Donatella (cliente affezionatissima) per aver condiviso con noi questa ricetta facile e veloce per gustare le cipolle novelle:

tagliate a metà le cipolle, bagnatele con mezzo bicchiere d’acqua e mezzo di aceto di mele, salatele,  cospargetele con un po’ di  zucchero di canna e cuocete con coperchio. Quando saranno morbide,  togliete il coperchio e terminate la cottura facendo asciugare bene e…buon appetitoooo 🙂